Utilizzando questo sito web, acconsentiall'utilizzo di cookie OK Maggiori info

Anna Maria D’Ettorre – Consigliere – Referente della Biblioteca

Anna Maria D’Ettorre

Psicologa, è consigliere di CulturAutismo Onlus, con funzione di responsabile della Biblioteca.

Si è laureata in Psicologia nel 1993 presso l’Università “La Sapienza” di Roma e si è specializzata in Psicologia Clinica presso la II Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Dopo il tirocinio triennale presso il Servizio di Controllo a Distanza dei Nati con Patologia Prenatale e Perinatale dell’Istituto di Puericultura del Policlinico Umberto I di Roma, nel 2001 ha iniziato una attività di volontariato e poi di consulenza presso il Centro Sperimentale per l’Autismo Anni Verdi. In tale Centro ha lavorato con la dott.ssa Flavia Caretto con la quale si è formata e con la quale ha iniziato un rapporto di collaborazione proseguito nel tempo. Attualmente svolge attività clinica privata come collaboratrice dello Studio Professionale Caretto e Associati nell’ambito della valutazione, diagnosi e progetti di intervento nei Disturbi dello Spettro Autistico.

Dal 2008 al 2012 ha collaborato con l’ANGSA Lazio (Associazione Nazionale, Genitori Soggetti Autistici) come coordinatrice di un gruppo di auto-mutuo aiuto e nel 2013 ha scritto un articolo pubblicato sul Bollettino dell’ANGSA proprio sull’esperienza triennale del gruppo dei genitori.

Dal 2007 al 2008 ha svolto attività di case-manager per bambini nel progetto “Autismo ed Educazione Speciale” finanziato dalla Regione Lazio, diretto dall’Università di Modena e Reggio ed in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata. Dal 2009 al 2012 ha svolto attività di consulenza in qualità di psicologa presso l’Associazione Anffas di Ostia nel progetto Autismo.

Svolge attività di docenza nei vari corsi di formazione per gli insegnanti e gli assistenti educativi sull’integrazione scolastica dei bambini e degli adolescenti con le caratteristiche dello Spettro Autistico, e incontri di sensibilizzazione sulla neurodiversità nelle scuole, rivolti sia al corpo docente sia agli alunni.

Ha partecipato e continua a partecipare a numerosi convegni, seminari e corsi di aggiornamento nell’ambito dei Disturbi dello Spettro Autistico; ha svolto uno stage pratico con il dottor Enrico Micheli sulle strategie di intervento psicoeducativo per bambini ed adolescenti dello Spettro Autistico. Presso il Centro di Riabilitazione della Lega del Filo d’Oro di Osimo ha svolto uno stage formativo approfondendo gli aspetti diagnostici e di intervento della disabilità grave. Ha seguito un ciclo di seminari online “Autismo a distanza-Emergenza Covid” organizzato dalla dott.ssa Costanza Colombi.

Al Convegno “Psicologia e Pediatria insieme per il bambino” presso l’Istituto di Clinica Pediatrica dell’Università “La Sapienza” Di Roma (aprile 1999) ha presentato i poster: “L’uso del test di Fagan nella valutazione precoce dei disturbi dell’intelligenza”, Baldini L., Albino G., D’Ettorre A.M., Santorelli C., Marsicovetere V.; “Lo sviluppo cognitivo attraverso le scale di Uzgiris-Hunt di bambini a rischio”, Baldini L., Albino G., D’Ettorre A.M., Santorelli C., Marsicovetere V. “Lo sviluppo cognitivo di bambini con basso peso alla nascita”, Baldini L., Albino G., D’Ettorre A.M., Santorelli C., Marsicovetere V.

Nel 2013 al I° Convegno Nazionale dell’Associazione CulturAutismo ha presentato la relazione su “Lavorare con bambini dello Spettro Autistico con grave ritardo dello sviluppo e bisogno di supporto intensivo” e il poster “L’uso del test Comfor per le abilità di comunicazione recettiva” (con A. Giaquinto, G. Magoni, E. Pagliuso)

Nel 2014 alla Giornata Isaac Italy per la CAA “Fare rete” ha presentato la relazione su “Il test ComFor per la comunicazione recettiva nell’Autismo” e nel 2016 ha pubblicato un articolo “Autismo e Comunicazione Aumentativa” in La Rivista di Servizio Sociale 2016 – Nuova Serie, con F. Caretto, G. Magoni, S. A. Cheriyan.

Durante la fase “Emergenza Covid” in qualità di supervisore ed operatrice ha partecipato al progetto di supporto giornaliero a distanza per le famiglie di bambini e ragazzi dello Spettro dell’Autismo, promosso dall’Associazione CulturAutismo. In tale occasione ha scritto un articolo divulgativo dal titolo “Cosa fare con bambini e ragazzi con bisogno di supporto intensivo” con la dott.ssa Flavia Caretto http://www.culturAutismo.it/wp/news/cosa-fare-con-bambini-e-adolescenti-con-bisogno-di-supporto-intensivo/

Anna Maria D’Ettorre

Aggiornato a giugno 2020