Utilizzando questo sito web, acconsentiall'utilizzo di cookie OK Maggiori info

Valutazione funzionale diretta

La valutazione funzionale diretta avviene in presenza della persona da valutare e viene condotta attraverso due principali modalità differenti, che si completano fra loro: la valutazione “formale”, ovvero quella effettuata con specifici strumenti, e la valutazione “informale” o “non strutturata”, che viene effettuata senza specifici strumenti (esistono altre due modalità specifiche di valutazione che concorrono alla definizione del programma educativo: si tratta dell’analisi del compito e dell’analisi funzionale). L’osservazione diretta formale prevede l’uso di peculiari strumenti o test (es: Early Start Denver Model, Profilo psicoeducativo PEP-R, PEP-3, TTAP TEACCH Transition Assessment Profile), mentre l’osservazione diretta non strutturata si svolge generalmente in contesti predisposti per osservare tutti quei comportamenti e quelle abilità sottili che “sfuggono” ad una valutazione standardizzata, sia per le caratteristiche proprie alla standardizzazione (che mal si adatta, per definizione, alle infinite varietà di espressione dell’essere umano) sia per le condizioni emotive che spesso differenziano lo stato di chi viene valutato quando è in situazioni di “test” e quando è invece in situazioni meno formali.

CreativeMinds WordPress Plugin CM Tooltip Glossary