Utilizzando questo sito web, acconsentiall'utilizzo di cookie OK Maggiori info

Statuto

CulturAutismo è una ONLUS di “advocacy”, ovvero di “difesa”, organizzata da professionisti che lavorano con persone nello spettro autistico, che prevede la possibilità di avere come soci familiari ed altri professionisti e non, che si occupano di autismo.

I soci di CulturAutismo ritengono che la conoscenza diffusa di una determinata condizione migliori la qualità della vita delle persone che vi sono implicate per motivi personali o professionali.

Estratto dallo Statuto dell’Associazione CulturAutismo

Art. 1. – È costituita una Associazione denominata “CulturAutismo“. Essa è una libera Associazione di fatto, con durata illimitata nel tempo e senza alcun fine di lucro, regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del Codice Civile, nonché dal presente Statuto. La sede dell’Associazione viene stabilita a Roma in Via Francesco Vitalini n. 84. L’eventuale cambio di indirizzo della sede non comporterà alcuna variazione né allo statuto né ai regolamenti interni.

Art. 2. – L’Associazione CulturAutismo persegue i seguenti scopi:

  • diffondere “la cultura dell’Autismo”, ovvero le conoscenze comuni sulle condizioni dello spettro autistico, e in particolare sull’Autismo e sulla sindrome di Asperger;
  • ampliare le conoscenze sullo spettro autistico, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni, al fine di promuovere attività e servizi per le persone dello spettro autistico e delle loro famiglie;
  • contribuire a migliorare le conoscenze di psicologi, medici, terapisti, educatori, insegnanti, operatori sociali e familiari, affinché possano conoscere l’autismo “dal di dentro”, migliorando la percezione sociale dell’autismo, e in ultimo, incidendo positivamente sulla qualità della vita dei bambini, adolescenti e adulti con autismo e dei loro familiari;
  • contribuire a migliorare la percezione sociale dell’infanzia in generale, e le modalità di relazione degli adulti con i bambini e dei bambini fra loro, ampliando i confini della tolleranza delle diversità in generale, e della neurodiversità in particolare;
  • proporsi come luogo di incontro e di aggregazione, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente.

Art. 3. – L’associazione CulturAutismo per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere diverse attività, in particolare:

  • attività culturali: incontri di sensibilizzazione, convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film e documenti, gruppi di incontro per bambini, ragazzi, giovani ed adulti;
  • attività di formazione: corsi di aggiornamento teorico / pratici per psicologi, terapisti, educatori, insegnanti, operatori sociali; corsi di perfezionamento su argomenti inerenti lo spettro autistico e l’infanzia in generale; istituzioni di gruppi di studio e di ricerca;
  • pubblicazione di documenti sul sito www.culturautismo.it (già registrato), pubblicazione di atti di convegni, di seminari, nonché degli studi e delle ricerche compiute.